S.Pietro – Spartak : 2- 4

Dopo un mese di allenamenti un po’ qua e un po’ la finalmente si torna a giocare per i tre punti sul nostro amatissimo campo, verde come non mai, reti nuove, palloni nuovi, staff tecnico nuovo e pubblico delle grandi occasioni, persino l’estate non vuole abbandonarci senza vedere almeno la prima giornata della seria A2. Ad affrontarsi due squadre veterane della categoria ma molto rinnovate negli interpreti in campo, scendiamo in campo con Elio in porta, Baro come ultimo difensore e Andre al suo fianco, centrocampo con Teo a sinistra, D’Amo a destra e in mezzo il neo capitano Lele, unica punta Toto. Pronti via mi tocca andare a recuperare un pallone finito a Fagnano e mi perdo i primi 5 minuti anche se da quel poco che vedo gli ospiti sembrano più organizzati e più decisi e meritatamente sbloccano quasi subito la partita con un bel tiro dalla trequarti che si infila sotto la traversa. Lo schiaffo ci sveglia e iniziamo a giocare discretamente bene guadagnando terreno ma rischiando su qualche contropiede avversario, riusciamo a pareggiare su schema da calcio d’angolo con Andre che tira e Toto che devia spiazzando l’incolpevole portiere. Dopo il pareggio la manovra diventa quasi piacevole ma proprio mentre sembra che il nostro gol sia nell’aria arriva il gol del raddoppio ospite, calcio d’angolo direttamente in porta, portiere sorpreso e tutti a bere un the freddo visti i 30 gradi. Ripresa che inizia con i medesimi 7 e equilibrio che regna per i primi 10 minuti fino a quando una punizione Spartana dai 20 metri trova impreparato il nostro estremo difensore, 1 a 3 e Spartak che da questo momento inizia a difendersi molto bene lasciando a noi il pallino del gioco, non siamo più precisi e veloci e più passano i minuti più facciamo fatica ad impensierire il loro portiere, proviamo con i cambi Crive Samu Kimo e nel finale Gallu, ma su un nostro disimpegno errato perdiamo ingenuamente palla al limite dell’area e 4° gol subito, nel finale gli ospiti si mangiano un paio di gol clamorosi, noi accorciamo con Lele e andiamo vicini al terzo gol sempre con il capitano che esalta il portiere ospite. Complimenti allo Spartak che ha meritato la vittoria, quanto a noi, rimbocchiamoci le maniche e continuiamo a lavorare come e più di prima perché le basi per fare bene ci sono di sicuro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: