Centro S.Pietro – Daverio : 1 – 2

Terzo impegno stagionale tra le mura amiche per la compagine cassanese e grande voglia di continuare la striscia positiva, avversari di oggi i ragazzi di Daverio, nessun precedente tra le due squadre entrambe in salute e posizionate nelle zone alte della cortissima classifica. Diversi giocatori assenti nelle file del S.Pietro ma rosa ampia che consente di portare  in distinta una dozzina di giocatori di tutto rispetto. Partiamo con Michel in porta, Baro e Teo coppia difensiva, Lele in mediana con ai suoi lati Andre e Crive e Toto puntero, si accomodano in panchina Elio Samu Mark e i due Gallu. Pronti via e l’inizio è dei più incoraggianti, dopo una manciata di minuti Toto toglie le ragnatele dal sette e siamo in vantaggio, bel gol che forse ci fa più male che bene perché perdiamo di cattiveria e di precisione, dietro soffriamo contro l’ottimo attacco ospite e davanti non siamo più pericolosi, punizione che trova impreparato Michel e poco dopo un tiro sporco dal limite dell’area e ci ritroviamo sotto a metà primo tempo, avversari che non approfittano del nostro momento di sbandamento non riuscendo a chiudere il match e peggior primo tempo della stagione che si chiude con noi nervosi e consapevoli di aver giocato davvero male. Ripresa con Gallu A. al posto di uno spento Crive e Samu al posto dell’infortunato Andre, miglioriamo un po’ mantenendo il possesso palla ma rendendoci raramente pericolosi, per la verità calciamo spesso verso la porta avversaria ma le volte in cui centriamo la porta e impegniamo il portiere ospite sono davvero poche, gli avversari a metà ripresa rimangono in 6 per l’espulsione di un loro giocatore al quale scappa un’imprecazione con l’arbitro li a mezzo metro, la partita diventa logicamente a senso unico, proviamo a sfruttare anche la fisicità di Marco e la tecnica di Gallu D. ma un po’ il portiere avversario e un po’ la nostra fretta unite alla giornata no di quasi tutti non ci consentono di pervenire al pareggio, triplice fischio e sconfitta che ci deve servire per il prosieguo della stagione. Nessun dramma perché giocare peggio di così è dura e nonostante ciò alla fine si poteva pure muovere la classifica ma riflettiamo perché bastava un po’ più di calma e serenità in campo e in panchina e forse avremmo raccontato un’altra partita, incidente di percorso che ci deve far capire che in A, anche se CSI, nessuno ci regalerà mai niente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: