Soddisfazioni

28 aprile 2013, domenica

CDG GALLARATE – SAN PIETRO 2-2

Dopo la batosta di 2 settimane fa in casa con l’Inter Club e il rinvio col Magritte di settimana scorsa, ci presentiamo nella tana delle tigri in una situazione abbastanza disperata, causa totale di mancanza di uomini causa ponti ed  infortuni. 

Gli abili al gioco sono 8, senza portiere di ruolo e con l’unica riserva acciaccata.

Formazione obbligata, con D’Amo che esordisce da portiere, Teo ultimo, Sam al suo fianco, Lele in mezzo con a sx Gallu, Ale seconda punta e Ale Carrieri prima punta.

La partita si rivela molto bella e combattuta, tutte e 2 le squadre si affrontano a viso aperto ma nessuna delle 2 riesce veramente a creare occasioni clamorose. Il vantaggio arriva dopo un’azione in area con gran parata di D’Amo, che però non può nulla sul tap in del loro attaccante.

Cerchiamo di buttarci in avanti ma causa piccolo infortunio a Sam per qualche minuto giochiamo con l’acciaccato Tibe in attacco, che con gran cuore entra a freddo e ci regala un grande momento di calcio con il suo super balletto davanti l’area.

Il pareggio arriva proprio a fine tempo, mi guadagno un rigore dopo un errore del portiere che Ale trasforma.

Il secondo tempo continua sulla falsariga del primo, entrambe le squadre attaccano e i primi a realizzazre sono i nostri avversari, con un tiro da centrocampo che passa in mezzo a molti giocatori e si insacca in porta.

Ovviamente non si molla, e continuiamo ad insistere trovando alla fine il gol del pareggio con Teo che batte il portiere del CDG con un bel tiro da fuori. Il finale ci vede più arrembanti e vogliosi di vincere , ma tutto sommato il pareggio è giusto e per noi è un punto d’oro date le premesse.

Ora arriva un trittico di partite decisive, fin da sabato con il derby col S. Giulio che è dietro di noi di un punto. Ma dopo la partita di oggi non dobbiamo avere paura di nulla perchè il match di ieri ha dimostrato che siamo una squadra e da ora fino alla fine non molleremo un cazzo.

Annunci

Pagelle vs Frassati

9 aprile 2013, martedì

MAX 5,5 sette gol presi sono davvero tanti, troppi per la sufficienza, anche se il nostro portierone poco
poteva. Qualche responsabilità sul gol che chiude la partita e spegne la voglia di lottare a tutta la squadra.
INTERRUTTORE

BARO 6 – conferma l’ottimo momento di forma, sbagliando forse qualche passaggio in impostazione ma
tenendo bene a bada un osso veramente duro, anche lui come tutti imbarca acqua negli ultimi cinque
minuti. CONFERMA

SAMU 5,5 – soffre troppo il diretto avversario nei primi 20 minuti, il pendolino che voglio vedere è di
tutt’altro spessore e grinta. Splendido il gol del momentaneo pareggio. QUAGLIA RELLA

D’AMO 5 – non sta bene e lo si capisce quasi subito, soffre il poco spazio a disposizione e l’aggressività
dell’avversario, spostato come seconda punta incide veramente poco, giornata no ma la personalità la deve
tirar fuori anche in giornate così. TIMIDONE

ALECARRIERI 6 – Ottimo inizio di gara, fraseggi precisi, attento in difesa e bel gol iniziale, peccato chieda
il cambio dopo poco. Rientra nella ripresa con buon piglio ma come tutti decide di far la doccia al 55’.
INCOSTANTE

LELE 5 – Bello l’assist a Sam e poco altro, in questo finale di stagione serve il vero capitano, non la brutta
copia vista nelle ultime settimane. FUORI LE PALLE

MARK 5,5 – Il bomber de noiartri oggi non incide, lotta parecchio e non si risparmia di certo ma il difensore
avversario vince il duello. Poco servito nella ripresa viene sostituito poco prima del blackout generale. A
SECCO

GALLU 5 – Perché le bestemmie che mi fa tirare lui quest’anno sono davvero tante, non gioca male ma
ha tre occasioni clamorose per riaprire la partita e le sciupa malamente. Più convinzione e meno frenesia.
ROSARIO

WILLY 5,5 – Entra nonostante una gamba dolorante per dare tecnica e miglior circolazione di palla ma
campo e avversari non sono dei più adatti per far scuola. Troppo timido e troppo sorridente ma è con noi
da poco e saprà essere utile. RIMANDATO

MORENO 5,5 – Gioca pochi minuti ma a parte qualche ruzzata si vede poco, anche 5 minuti fatti bene
servono per conquistarsi un posto da titolare la settimana dopo, bè dovrai convincere lo staff in settimana a
questo giro. RILASSATO

CRIVE RAY MICCIA 7,5 – Chi sta in panchina, incita e non fa mai polemica, merita sempre il voto più alto.
SIGNORI

BRUNO 6 – Sufficienza perché ha dato tutto quello che aveva per preparare psicologicamente la squadra
e i cambi erano logici, giusti e puntualmente eseguiti. Dovremo dare tutti tutto quello che abbiamo nel
prossimo mese e mezzo. ESEMPIO

TOTO e BOSSI 7 – Infortunati storici che sono davvero da ammirare per la passione e la costanza con la
quale seguono la squadra e disponibilità con la quale aiutano a mandare avanti la baracca. TOP PLAYER


La dura realtà

7 aprile 2013, domenica

FRASSATI – SAN PIETRO 7 – 2

Brutta battuta di arresto in quel di Fagnano.

La partita non era delle più facili, conosciamo bene il campo di Frassati e la forza della squadra di casa, nuova prima in classifica dopo il nostro scherzo di 2 settimane fa.

Però la partita inizia con i migliori auspici, la squadra di casa attacca ma anche noi tentiamo di farci valere, e dopo circa 10 minuti riusciamo ad andare in vantaggio con un tiro preciso di AleCarrieri da fuori che sorprende il portiere avversario.

In pochi minuti però il Frassati ribalta la situazione, prima con un tap in  ravvicinato dopo una conclusione da fuori non trattenuto da Max e che l’ attaccante avversario deve solo ribattere in porta e pochi minuti dopo con un bel gol in mezza rovesciata del loro attaccante, che approfittta di una palla vagante in area e insacca.

Cerchiamo di non perderci d’animo, e con molta fatica riusciamo a rimetterci in carreggiata, trovando il 2-2 con un tiro di Sam al volo all’incrocio (ogni volta che scrivo certe cose le rileggo un paio di volte per essere sicuro siano vere. Scherzo Sam ;-)).

Il primo tempo termina in parità, nel secondo tempo non riusciamo più ad incidere, a causa di un Marc oggi poco deciso e poco servito, un D’Amo che imbuca la giornata no dopo N giornate che faceva tutto, io che sono la brutta copia di me stesso, un Willy che deve entrare nei meccanismi e un Moreno che non può fare molto..

Riassunto: 5 gol dei nostri avversari, fino al 4-2 reggiamo e riusciamo anche a sfiorare in un paio di occasioni il gol con Gallu per riavvicinarci, poi nei 5 minuti finali usciamo dal campo e i nostri avversari ci puniscono.

Di certo non sono queste le partite da vincere ma le prossime tre, però fare punti a Fagnano poteva essere importante per il morale. La prestazione del primo tempo non è totalmente da buttare, mentre nel secondo tempo forse a causa della frenesia, della loro maggior forza fisica che in quel campo fa la differenza, la nostra prestazione è risultata sottotono rispetto all’ultima partita.

Ora appuntamento a Sabato per cominciare la serie di partite in cui non dovremmo sbagliare per rimanere tranquilli.